TEMA   INFO CONTATTI SALA STAMPA CREDITI LINK NEWS    
  PROGRAMMA             .ENG   
SCRITTORE
   Joseph O'Connor
.Bibliografia 
.Stampa .Segnala
Biografia
È nato a Dublino nel 1963. Si laurea allo University College di Dublino nel 1986. Lavora per un breve periodo come assistente alla Oxford University, quindi viene assunto presso la British Nicaragua Solidarity Campaign dove lavora fino al 1998.
Inizia a scrivere come giornalista, autore televisivo e cinematografico e, nel frattempo, pubblica una biografia del poeta Charles Donnelly. Nel 1989 la critica inizia a notare O’Connor: prima lo premia con il Sunday Tribune First Fiction e poi con il New Irish Writer of the Year Awards. L’anno successivo vince il Time Out magazine Writing Prize.
Nel 1991 esce il suo primo romanzo Cowboys & Indians (Einaudi, 1998) che viene candidato al Macaulay Fellowship of the Irish Arts Council ed è anche finalista al Whitbread Prize. Viene pubblicato nello stesso anno un volume di racconti, I Veri Credenti (Gamberetti, 1995), composto da una serie di storie la prima delle quali si apre proprio riprendendo le gesta del protagonista di Cowboys & Indians: Eddie Virago, "l’ultimo dei Mohicani".
Nel 1994, O’Connor pubblica il suo secondo romanzo Desperados (Guanda, 2002) ma il vero e proprio successo a livello internazionale lo ottiene nel 1998 con Il rappresentante (Guanda, 1998), storia struggente e colma di umanità presto divenuta un bestseller in molti Paesi. In Gran Bretagna e Irlanda è stato il libro di narrativa più venduto in assoluto nel 2004, rimanendo nelle classifiche di vendita per 35 settimane e al primo posto per più di un mese.
Ottenuto il grande successo di pubblico, O’Connor ottiene anche la consacrazione letteraria con due grandi romanzi storici nei quali mette a frutto il suo talento per la narrazione epica e per il racconto picaresco. In Stella di mare (Guanda, 2003) è l’epopea dell’emigrazione irlandese negli Stati Uniti d’America a fornire a O’Connor la materia per uno straordinario romanzo corale ambientato a bordo del transatlantico Stella di Mare nell’anno 1847, l’anno terribile in cui una micidiale carestia si abbatté sull’Irlanda, togliendo cibo ai poveri e terre ai fittavoli, seminando epidemie e insurrezioni contro il dominio Britannico. Dal disastro emerge un gruppo eterogeneo di personaggi che, imbarcatisi per l’America in un viaggio della speranza si scopriranno in realtà trascinati verso un fatale appuntamento con il destino. Redemption Falls (2007; trad. it. La moglie del generale, Guanda, 2007) è ambientato negli ultimi giorni della Guerra civile americana. Il romanzo si costruisce nel racconto di una doppia peregrinazione: la prima segue il viaggio verso il West di un’ereditiera di New York andata in sposa a James O’Keeffe, eroico e feroce governatore di un immaginario territorio di frontiera nel Nordovest, la seconda il viaggio da Sud a Nord di una giovane madre che attraversa il Paese sconvolto dalla guerra alla ricerca del suo figlioletto perduto. Anche in questo caso, come già in Stella di Mare, il lungo viaggio che hanno intrapreso non mancherà di condurli all’appuntamento con il destino.
Nonostante la fama ottenuta quale romanziere, O’Connor non ha mai abbandonato la sua attività giornalistica, dalla quale sono scaturite due serie di reportage: Il maschio irlandese in patria e all’estero (Guanda, 2001) e Dolce libertà (Guanda, 2005).
Nel corso della sua carriera, O’Connor ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui: l'Irish Post Award per la letteratura, il premio dell'American Library Association, il Prix Millepages in Francia e il Prix Madeleine Zepter come Romanzo europeo dell'anno.
È uno dei principali protagonisti dell'eccezionale fioritura letteraria irlandese iniziata a cavallo degli anni ’90. I suoi libri sono pubblicati in 29 lingue.
 
PARTECIPA ALLA SERATA DEL
.5 giugno
LETTO DA
.Giulio Scarpati
MUSICA DI
.I Capolinea
.2002 .2003 .2004 .2005 .2006 .2007
Con la collaborazione di Con il contributo tecnico di Produzione e organizzazione