TEMA   INFO CONTATTI SALA STAMPA CREDITI LINK NEWS    
  PROGRAMMA             .ENG   
SCRITTORE
   Nick Hornby
.Bibliografia 
.Stampa .Segnala
Biografia
Nato nel 1957 a Londra, dove vive. Quando Nick compie 11 anni i suoi genitori divorziano e suo padre durante le visite che gli sono concesse lo porta allo stadio a vedere le partite dell'Arsenal: nasce così la sua passione per il calcio e in particolare per la squadra londinese che ispirerà parte del suo successivo lavoro letterario. Dopo aver studiato al Jesus College, Hornby esercita per qualche anno la professione di insegnante, che poi lascerà nel corso degli anni ‘80 per diventare in un primo momento giornalista free lance e poi romanziere. La carriera di Hornby come scrittore inizia nel 1992, anno di uscita in Inghilterra del suo primo libro, Febbre a 90° (Guanda, 1997), una semi-autobiografia raccontata attraverso la sua passione fanatica per il calcio come tifoso dell'Arsenal. Il romanzo diventa in breve tempo un best seller, viene votato libro sportivo dell'anno nel 1993 e libro sportivo del decennio nel 1995. La consacrazione definitiva arriva però nel 1995 con la pubblicazione di una storia d’amore, d’amicizia, di memorie e d’ossessioni discografiche: Alta fedeltà (Guanda, 1996), romanzo che vince il Writer's Guild Award nel 1996 e in cui l’autore parla dell’altra sua grande passione, quella per la musica leggera. Si delinea così la peculiare poetica della scrittura di Hornby: la cultura pop, messa orgogliosamente al centro di vere e proprie forme di culto, diventa la fonte di senso esistenziale, la fonte di un racconto capace di abbracciare vita individuale e collettiva. Nel 1998 è il turno di Un ragazzo (Guanda, 1998), che gli consentirà di ottenere un importante riconoscimento da parte della critica letteraria: nel 1999 infatti Hornby riesce ad ottenere l'Edward Morgan Forster Award, il premio istituito dell’American Academy of Arts and Letters. Sulla scorta della grande popolarità raggiunta dai suoi primi due lavori, arrivano anche le rispettive trasposizioni cinematografiche: nel 1997 Febbre a 90° (interpretato da Colin Firth) e nel 2000 Alta fedeltà. Questa pellicola, diretta dall'inglese Stephen Frears, vede protagonista John Cusack (anche nelle vesti di sceneggiatore, co-produttore e supervisore alla colonna sonora) il quale, per rendere la storia più appetibile al pubblico americano, trasferirà l'ambientazione da Londra a Chicago. I due film ottengono notevole successo e così nel 2002 viene realizzato anche About a boy, film interpretato da Hugh Grant, probabilmente la più convincente trasposizione cinematografica di un romanzo dello scrittore inglese. Hornby ha scritto anche saggi, in particolare sulla musica pop. Nel 2003 ha pubblicato Trentuno Canzoni (Guanda, 2003), raccolta di saggi su 31 canzoni e album da lui scelti, che includono sia mostri sacri come Bruce Springsteen e Bob Dylan sia artisti del circuito indipendente come Ani DiFranco, sia artisti pop da classifica come Nelly Furtado sia canzoni note soltanto a Hornby stesso. L’ultimo romanzo apparso in Italia, dopo lo strepitoso successo di Non buttiamoci giù (Guanda, 2005), è Tutto per una ragazza (Guanda, 2008). E’ la storia di Sam, un ragazzo di sedici anni, appassionato di skateboard, del suo rapporto con la mamma, con la fidanzata e di una tentata fuga, anche se di breve durata. Una racconto ricco di humor e raccontato in presa diretta, un viaggio tra le curve dell’adolescenza libero e senza freni. Collaboratore delle più prestigiose pagine letterarie inglesi, Hornby cura un’anticonvenzionale rubrica di recensioni letterarie per la rivista statunitense The Believer, ripresa in Italia dal settimanale Internazionale. Una raccolta di questi articoli è stata poi pubblicata in Una vita da lettore, edito da Guanda nel 2006. I suoi libri sono tradotti in 26 lingue.
 
Foto © Basso Cannarsa
PARTECIPA ALLA SERATA DEL
.5 giugno
LETTO DA
.Giulio Scarpati
MUSICA DI
.I Capolinea
.2002 .2003 .2004 .2005 .2006 .2007
Con la collaborazione di Con il contributo tecnico di Produzione e organizzazione